Loc_17-18_x_sito

 

 

linchiesta

soldi_x_Inch._ok

Comune che vai,

fisco che trovi

A stare peggio gli artigiani di Pesaro

e di Falconara, che nel 2017

dovranno pagare il 62,5% di tasse.

Mentre le imprese di Jesi e Fabriano

riceveranno imposte per il 57,9%

del reddito. Rispetto al 2016

l'incremento medio è stato

dello 0,2%, mentre i tributi locali

sono rimasti uguali

inserti_spec

Cuccarini_x_Ins._Spec

 

CULTURA E SPETTACOLI
Eventi, concerti, party, discoteche, teatro, mostre e fiere

 

Vaccino_x_Ins._Spec

 

SALUTE MARCHE
Notizie sanitarie e consigli dei medici

 

Pallone_x_Ins._Spec

SPORTLANDIA
Notizie sullo sport marchigiano


gemelli_ruscello_grotteang_ridotta.jpg

 

AMBIENTE MARCHE
Parchi, comunità, comuni, province, regione: notizie “verdi” e ”nere”

 


Lavoro_x_Ins._Spec

 

SPECIALE LAVORO
Notizie, occasioni e nuove opportunità

 


Universit_x_Ins._Spec

SCUOLA e UNIVERSITA’
Notizie, aggiornamenti e opportunità

 


Dieta Chetogena: un sistema di dimagrimento corretto, rapido ed efficace

Il dottor Giorgio Tordini spiega in cosa consiste la dieta chetogena 

 

L'obesità è il disordine nutrizionale più frequente nei paesi sviluppati ed è la principale causa dell’insorgenza di varie e gravi patologie, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’ha definita “la malattia cronica del secolo”. E’ importante quindi non aumentare di peso cercando di seguire un regime alimentare corretto. A tal proposito la Dieta Chetogenica aiuta a perdere peso correttamente cioè riducendo la Massa Grassa.

 

tordiniMa cosa è esattamente la Dieta Chetogena? Lo abbiamo chiesto al dottor Giorgio Tordini (foto a sinistra), esperto di Dieta Chetogena con o senza sondino naso-gastrico:  “La Dieta Chetogena, che io adotto con successo da anni, più che una vera dieta è un sistema, abbastanza rigido, che permette di dimagrire nel modo corretto e cioè perdendo Massa Grassa senza toccare minimamente la Massa Magra (fondamentalmente il muscolo) e l’Acqua Corporea. Quando il metabolismo ricava l’energia dal grasso (si dice che “brucia” il grasso) produce i chetoni, sostanze finali che poi il corpo provvede ad eliminare attraverso le sue quattro vie di apertura verso l’esterno: feci, urine,  sudore, respiro. Sono quindi proprio i chetoni, come ad esempio l’acetone, che danno il nome al sistema”.
In cosa consiste la Dieta Chetogena? “Il sistema è organizzato a cicli. La prima parte del ciclo dura 7-10 giorni ed è detta del “biberon”, in quanto, durante questo periodo, il paziente non mangia, ma si nutre di una miscela di 2 litri di acqua con dei grammi di polvere proteica. Questa miscela si può bere (metodo senza sondino naso-gastrico) o mandare nello stomaco attraverso un tubicino di piccolo calibro (metodo col sondino naso-gastrico); in questa fase, si perde peso per riduzione della percentuale di Massa Grassa. Dopo 7-10 giorni si torna al controllo e si da’ inizio alla seconda parte del sistema che dura dagli 8 ai 12 giorni, detta del “mantenimento”. In questa fase il pazienta ricomincia a mangiare, ma in modo da mantenere, se non migliorare, il risultato ottenuto nella prima fase. Segue una serie di controlli periodici e d’accordo con il paziente si decide se impostare un nuovo ciclo del “biberon” o proseguire col mantenimento”.
In che cosa si differenziano i due metodi “senza sondino” e “con sondino”? “Le differenze sono molte ed importanti e meritano un futuro approfondimento, ma in generale posso dire che l’efficacia dei due metodi è pressoché sovrapponibile”.
Quanto dura e quanto si perde ad ogni ciclo? “Difficile dare una risposta precisa perché sulla efficacia influiscono tante variabili, come  la forza di volontà del paziente, la sua precisione nel seguire scrupolosamente il sistema,  il suo metabolismo basale,  la presenza di malattie che possano condizionarne l’efficacia e, molto importante,  il Gap Ponderale cioè la differenza fra il peso attuale ed il peso-obiettivo del paziente”.
E’ vero che le proteine fanno male ai reni ed al fegato? “Le alimentazioni fortemente proteiche, come dicono i Body-Buiders (coloro che costruiscono i muscoli in palestra), alla lunga possono affaticare reni e fegato, ma il sistema che io propongo non è un regime iper-proteico, ma normo-proteico e, a volte, anche ipo-proteico. In altri termini i pazienti assumono una quantità di proteine uguale, se non inferiore, al loro fabbisogno giornaliero; queste proteine, peraltro, derivano dal latte o dall’uovo, l’eccellenza assoluta in fatto di qualità”.
Ma bere per 7-10 giorni senza mangiare niente di solido, non scatena la fame? “Fortunatamente i corpi chetonici che si sviluppano durante la fase del “biberon” sono anoressanti, cioè bloccano il centro nervoso della fame;  la fase dura poco ed il risultato è sotto gli occhi del paziente che, giorno dopo giorno, vede la bilancia che gli dà ragione; ciò aumenta la gratificazione e l’autostima e resistere alla fame diventa sicuramente facile”.
Ci  sono effetti collaterali? “Non sempre, ma, durante i 7-10 giorni di “biberon” può capitare di avere qualche disturbo come stipsi, abbassamento della pressione e della glicemia, stanchezza ed alito pesante dovuto all’’eliminazione dell’acetone attraverso il respiro. Avviso sempre i pazienti di questa evenienza e consiglio loro di assumere purghe leggere ed integratori vari. Inoltre prescrivo una lista di cibi da mangiare in caso di crisi di fame che permetta loro di superare tutti i problemi”.

 La dieta chetogena possono farla tutti? “Se escludiamo i pazienti con reni o fegato gravemente malati, chiunque si può sottoporre a questo regime, senza distinzioni di sesso né di età, né di quantità di chili da smaltire; va bene, cioè, sia per chi vuole perdere 10 chili (pazienti che debbono perdere peso in fretta, perché si debbono operare, per esempio, di protesi di anca o di ginocchio; atleti costretti, da un lungo infortunio, all’inattività e che debbono, in fretta, rientrare nel peso-forma), sia per chi ne deve perdere 50 ed oltre (pazienti con gravi malattie, come il diabete e l’ipertensione, causate anche dall’obesità). Infine un altro aspetto molto importante della Dieta Chetogena è quello riferito ai costi che comprendono l’acquisto dei prodotti e la mia parcella e sono assolutamente contenuti ed accessibili a tutti, soprattutto in considerazione del fatto che il metodo funziona”.

Dottor Giorgio Tordini - Sovrappeso/Obesità, Dieta proteica chetogena con o senza sondino naso gastrico - San Benedetto del Tronto via Risorgimento 35, te. 0735/84784 - 328/8178753; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Elena Pompei - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.




 
 
Banner
Picenamb_luglio_196x196
TIGRE_dinamico_196x196
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Peccato_x_sito
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Costantini_x_sito
Banner
Centro_Prisma_x_sito
Banner
Dott._Caciulina_verticale_
Banner
Banner
De_Blasio_x_sito
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - Tel. 0735.81809 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI