Emergenza neve: la Regione chiede stato di 'calamità naturale' non di emergenza

ANCONA 8.2.2012 - In questo modo eviterà di aggiungere al danno della neve la beffa di far aumentare la benzina nelle Marche come accaduto con l'alluvione di marzo

Per i danni provocati dalla neve alle attività economiche marchigiane, la Regione Marche non chiederà lo stato di emergenza, ma quello di "calamità naturale". Il motivo? Evitare di entrare nel meccanismo 'perverso' del decreto Milleproroghe che fa ricadere i costi dell'emergenza sui cittadini. Un provvedimento che i marchigiani hanno già avuto modo di provare sulla propria pelle con l'aumento dell'accise sulla benzina decisa dalla stessa Regione Marche dopo l'alluvione che colpì il territorio regionale nel marzo scorso. Dunque terminata l'emergenza, la Regione completerà la stima dei danni e chiederà al Governo il riconoscimento dello stato di calamita' naturale per far fronte ai danni in agricoltura e zootecnia provocati dall'ondata di maltempo.

Silvio Silvestri - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
 
Cop_nov_x_sito
TIGRE_dinamico_196x196
Picenamb_luglio_196x196
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Autoadria_x_sito
Banner
RoMaCar_X_SITO_196x196px
Banner
La_Torretta_x_sito_quadrato
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
OWW_x_sito
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Padre S. Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI