Emergenza neve: i giorni di scuola persi per la neve non devono essere recuperati

neveANCONA 16.2.2012 - Lo stabilisce l’art. 74 del decreto legislativo 297 del 16/04/1994, in base al quale i giorni di lezione persi per cause esterne (nevicate eccezionali, alluvioni, ordinanze, ecc.) "non vanno recuperati". La norma seguita dall'Emilia Romagna

La chiusura prolungata delle scuole per neve in tutto il territorio regionale ha determinato il fatto che, con l'attuale calendario scolastico regionale, in quasi tutti i comuni marchigiani non si raggiungeranno i 200 giorni di lezioni, il minimo previsto dal Ministero della Pubblica istruzione perchè l'anno scolastico possa essere considerato valido. Tra le ipotesi per risolvere il problema si parla di ridurre di un giorno le vacanze di Pasqua e di annullare il ponte del primo maggio.

Ma sindacati, genitori e associazioni degli studenti non ci stanno e chiedono alla Regione di non annullare alcuna festività, sostenendo che i giorni persi per calamità naturale non vanno recuperati. E a sostegno della propria tesi ricordano che la Regione Emilia sostenendo tale tesi ha ottenuto una deroga dal ministero.

Per questo da sindacati, associazioni dei genitori e comitati studenteschi si moltiplicano gli appelli al presidente della Regione Spacca di muoversi sulla stessa linea dell'Emilia Romagna. Non ha dubbi, in proposito, il presidente della Consulta provinciale degli studenti di Ascoli, Alessio Pagliacci. "Una nota dell' Ufficio scolastico regionale dell'Emilia Romagna conferma questa tesi - afferma Pagliacci - i giorni persi i giorni persi per neve non devono essere recuperati. A chiarire tutta la questione c'è poi una norma, contenuta nell’art. 74 del D.Lgs. 297 del 16/04/1994, in base alla quale in genere i giorni di lezione perduti per cause esterne (nevicate eccezionali, ordinanze dei sindaci, ecc.) "non vanno recuperati". E ciò a prescindere se le cause di forza maggiore hanno determinato la discesa del totale sotto i 200 giorni di lezione minimi previsti. Ho interrogato il presidente della regione Marche a riguardo aspetto risposta". Qualcosa di più si dovrebbe sapere nella giornata di oggi, giovedì 16 febbraio, dopo la riunione tra l'assessore regionale all'istruzione, Luchetti, ed i rappresentanti delle organizzazioni scolastiche.

Francesco Di Silvestre - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

SIlvio Cazzaniga - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
 
Banner
Cop_x_sito_6-19
TIGRE_dinamico_196x196
Ciborghi_2019_x_sito_def
Banner
Logo_Cingoli_1848_x_sito
Banner
La_torretta_x_sito_imp
Banner
Le_Sirenette_x_sito_imp
Banner
Palio_delle_Botti_x_sito
Banner
Folletti_2019_x_sito
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
OWW_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI