Sferisterio in delirio per Roberto Bolle

bolleMACERATA 27.7.2012 -

 

 

Uno Sferisterio gremito in ogni ordine di posti (oltre 2400 spettatori) ha accolto giovedì 26 luglio Roberto Bolle, icona internazionale della danza, con il suo Trittico Novecento, spettacolo prodotto da Artedanza srl, in scena a Macerata grazie alla rinnovata sinergia tra Civitanova Danza e Macerata Opera Festival nell’ambito del progetto Danza all’Opera realizzato da Comune di Civitanova Marche, Comune di Macerata, Associazione Arena Sferisterio, Teatri di Civitanova, AMAT con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Provincia di Macerata, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, Camera di Commercio di Macerata, Società Civile dello Sferisterio. Formatosi alla Scuola del Teatro alla Scala di Milano, di cui è étoile dal 2004, Roberto Bolle ha danzato in tutti i maggiori teatri del mondo e con le compagnie più prestigiose, tra le quali l’American Ballet Theatre (del quale è principal dancer, unico ballerino italiano), il Balletto dell’Opéra di Parigi, il Balletto del Bol’šoj e del Mariinskij-Kirov, il Royal Ballet. Bolle – di nuovo sul palco dell’Arena Sferisterio di Macerata dopo la memorabile esibizione del 2007 con Alessandra Ferri - è stato il protagonista di un programma articolato in quattro brani coreografici. L’apertura è stata affidata a Who Cares? celebre coreografia di George Balanchine danzata – su musiche di George Gershwin – da Juliana Bastos, Magali Guerri, Maria Gutierrez e Roberto Bolle. La seconda parte è iniziata con 27'52" coreografia di Jirí Kylián musica di Dirk Haubrich protagonisti i ballerini Nataša Novotná e Václav Kuneš e a seguire Aus Holbergs Zeit brano coreografico di John Cranko danzato da una splendida Alicia Amatrian – partner sulla scena di Bolle di lunga data - e Alexander Jones su musica di Edward Crieg. Le Jeune Homme et la Mort intensa coreografia di Roland Petit affidata alla danza di Jia Zhang e Roberto Bolle su musica di Johann Sebastian Bach ha condotto il pubblico alla conclusione di una serata indimenticabile.

 

Dall’apertura bel botteghino i biglietti per assistere allo spettacolo sono stati venduti in poco più di una settimana Le richieste sono pervenute da tutta Italia – Milano, Bolzano, Pescara, Genova, Torino, Forlì solo per citare alcune città – e persino dal Giappone, da Tokyo per la precisione da dove sono stati acquistati on line due biglietti e da Parigi dove risiedono due appassionati ballettofili, un francese e la moglie giapponese, che non sono nuovi alle proposte di Civitanova Danza. Anche lo scorso anno infatti furono tra i numerosissimi spettatori allo Sferisterio della memorabile esibizione di Svetlana Zakharova con le Étoiles del Teatro Bol’šoj e dell’Opera di Kiev.

 

Roberto Bolle è tra i maggiori danzatori di tutti i tempi. Tra le sue esibizioni si ricordano quelle al Golden Jubilee della Regina Elisabetta a Buckingham Palace (2002), al cospetto di Sua Santità Giovanni Paolo II sul sagrato di Piazza San Pietro per la Giornata della Gioventù (2004), alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Torino (2006). A partire dal 2008 ha portato con enorme successo il suo Gala Roberto Bolle and Friends in luoghi fino ad allora mai raggiunti dalla danza: il sagrato del Duomo di Milano e Piazza Plebiscito di Napoli dove è stato seguito da un pubblico di migliaia di persone. Inoltre ha realizzato spettacoli eccezionali nella magica cornice del Colosseo e delle Terme di Caracalla a Roma, nella Valle dei Templi di Agrigento, nella Certosa di Capri, nel Giardino di Boboli a Firenze, a Torre del Lago Puccini e in Piazza San Marco a Venezia. Del 2010 è l’incontro con due grandi registi quali Peter Greenway, che lo chiama a interpretare il simbolo dell’arte italiana nella sua installazione Italy of cities – realizzata per il padiglione italiano dell’Expo di Shangai 2010 - e Bob Wilson, il quale gli dedica uno dei suoi voom portrait, Perchance to Dream, imponente installazione multimediale inaugurata a New York nel novembre. Dal 1999 è “Ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF. Dal 2007, inoltre, Roberto Bolle collabora con il FAI - Fondo Ambiente Italiano - e nel marzo 2009 è stato nominato “Young Global Leader” dal World Economic Forum di Davos.

Giorgia Galanti - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
 
Cop_feb_x_sito
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Bar_Amico_colazione_a_domicilio
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Autoadria_x_sito
Banner
RoMaCar_X_SITO_196x196px
Banner
La_Torretta_x_sito_quadrato
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
OWW_x_sito
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Padre S. Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI