Operazione "Take Away", blitz all'alba della polizia nelle case di nove spacciatori

arresto_polizia_525x300 ANCONA 13.5.2017 - Ieri mattina intorno alle 5 i poliziotti della squadra mobile di Ancona e del commissariato di Senigallia hanno eseguito nove perquisizioni domiciliari delegate dalla Procura della Repubblica del tribunale di Ancona, titolare dell’indagine denominata “Take Away” effettuata a carico di pregiudicati e indagati per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina.

L’indagine, avviata circa un anno fa, aveva evidenziato la presenza di un sodalizio di anconetani, albanesi  e senigalliesi che operavano nei locali della riviera nord e tenuti sotto controllo dagli investigatori della squadra mobile dorica e del commissariato di Senigallia per essere considerati i principali fornitori di cocaina a giovani in gran parte frequentatori di discoteche e locali notturni tra Ancona e Senigallia.

Gli spunti investigativi sono partiti da quello che i poliziotti hanno considerato sin da subito la pedina più importante della scacchiera degli indagati cioè un pregiudicato chiaravallese di 35 anni che, all’epoca dei fatti, faceva il cuoco e l’aiuto cuoco in diversi locali della riviera. Un lavoro che lo aveva agevolato enormemente nell’agganciare clienti tossicodipendenti ai quali vendere la "polvere bianca". Nel 2012 la squadra mobile di Ancona, sezione Antidroga, lo aveva anche arrestato per detenzione ai fini spaccio di 25 grammi di stupefacente e da allora lo teneva sotto controllo.

Tra i soggetti particolarmente vicini al “cuoco” vi era sicuramente un cittadino albanese ben inserito nei disco pub, ritrovo di giovani amanti dei balli latini americani, il quale, grazie al possesso di droga e denaro, godeva della complicità delle maestranze. Infatti, in seguito all'attività investigativa della squadra mobile, l'albanese risultava essere il principale spacciatore e braccio operativo, constatando, inoltre, che fosse il più accreditato trafficante negli ambienti del divertimento notturno con consistenti cessioni di cocaina a personaggi di spessore criminale.

Numerose le persone, scoperte dagli investigatori, che partecipavano a vario titolo al traffico di cocaina. Ed oltre 120 le cessioni di droga accertate.

Tra le perquisizioni effettuate ieri, una è stata effettuata in casa di uno dei soggetti indagati, N.S., un 34enne della zona dove gli agenti hanno rinvenuto qualche grammo di droga. Durante la perquisizione, scattata dopo che altri agenti avevano circondato la casa, gli agenti hanno visto il padre del giovane, G.S. classe 1951, che tentava di disfarsi di un calzino del figlio contenente circa mezzo etto di hashish. Essendo il genitore anche presidente di un circolo di ritrovo, la perquisizione è stata estesa anche ai locali del circolo dove veniva rinvenuto un altro etto di hashish.

A questo punto i poliziotti hanno provveduto ad arrestare il figlio, il quale si è assunto la responsabilità della detenzione di tutto lo stupefacente sequestrato, ed a denunciare in stato di libertà del padre. 

 

Silverio Pomili - www.laprovinciamarche.it

E-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:

Silvestro Pompei - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
 
Cop_violenze_donne
TIGRE_dinamico_196x196
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Rist._Xin_x_sito_ok
Banner
Della_Ciana_x_sito_2018
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Banner
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Banner_loc._compleanni
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI