Loc_17-18_x_sito

 

 

linchiesta

soldi_x_Inch._ok

Comune che vai,

fisco che trovi

A stare peggio gli artigiani di Pesaro

e di Falconara, che nel 2017

dovranno pagare il 62,5% di tasse.

Mentre le imprese di Jesi e Fabriano

riceveranno imposte per il 57,9%

del reddito. Rispetto al 2016

l'incremento medio è stato

dello 0,2%, mentre i tributi locali

sono rimasti uguali

inserti_spec

Cuccarini_x_Ins._Spec

 

CULTURA E SPETTACOLI
Eventi, concerti, party, discoteche, teatro, mostre e fiere

 

Vaccino_x_Ins._Spec

 

SALUTE MARCHE
Notizie sanitarie e consigli dei medici

 

Pallone_x_Ins._Spec

SPORTLANDIA
Notizie sullo sport marchigiano


gemelli_ruscello_grotteang_ridotta.jpg

 

AMBIENTE MARCHE
Parchi, comunità, comuni, province, regione: notizie “verdi” e ”nere”

 


Lavoro_x_Ins._Spec

 

SPECIALE LAVORO
Notizie, occasioni e nuove opportunità

 


Universit_x_Ins._Spec

SCUOLA e UNIVERSITA’
Notizie, aggiornamenti e opportunità

 


Contro la demenza senile metodo Montessori e agricoltura sociale
Alzheimer
ANCONA, 12 ottobre 2017 - Possono essere curati con le tecniche e l’umanità del metodo Montessori gli anziani con disturbi cognitivi come l'Alzheimer o demenza senile all'interno di strutture agricole finanziate con il Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014/2020. Questo è ciò che la Regione Marche , l’Inrca, il Centro internazionale Montessori di Perugia e la Fondazione Chiaravalle Montessori lanciano attraverso un programma di ricerca e sperimentazione internazionale. Lo prevede la "Dichiarazione di Chiaravalle" firmata dai partner italiani, tra cui la vice presidente della Regione Anna Casini e Luciano Mazzetti, presidente del Centro di Perugia, uno dei massimi esperti montessoriani a livello mondiale, dopo un convegno sulla longevità attiva in ambito rurale che si è svolto a settembre a Chiaravalle (Ancona), città natale di di Maria Montessori. Seguiranno le sottoscrizioni delle parti internazionali: strutture Usa e francesi che già applicano il metodo montessoriano su pazienti anziani con disturbi cognitivi.
I firmatari contribuiranno, con i dati scientifici della propria esperienza, a elaborare modelli (format) di accompagnamento dell’anziano che valorizzino, attraverso il metodo e il pensiero Montessori, le capacità cognitive residue e il mantenimento della qualità di vita anche nella terza età.

“La Regione ha investito molto, negli ultimi anni, sulle opportunità offerte dall’agricoltura sociale – ha detto la vice presidente Anna Casini – con il supporto scientifico degli enti competenti, abbiamo avviato nuovi modelli di azienda agricola: dopo gli agrinido e una sperimentazione sulla longevità, puntiamo ora a sviluppare una ricettività di servizio per le persone affette da demenza. L’ambiente rurale, abbinato alla metodologia montessoriana, può riattivare canali di comunicazione che si pensavano compromessi. In Italia le Marche sono la prima Regione che puntano a migliorare i servizi per gli anziani sfruttando le opportunità e gli stimoli offerti da un’azienda agricola”.
"I risultati sulla demenza senile si possono ottenere lavorando sulle tracce della memoria - ha spiegato Luciano Mazzetti (presidente Centro internazionale Montessori) - con la forza educante della natura che richiama le nostre esperienze, perché veniamo educati più dalle cose che dalle parole”.
"L’agricoltura sociale offre gli strumenti per contaminare le diverse realtà esistenti nelle Marche - afferma Fabrizia Lattanzio (direttore scientifico Inrca) -  l’Istituto garantisce il rigore metodologico necessario per esportare il format anche in altri ambiti, dal momento che l’approccio geriatrico e quello montessoriano lavorano, entrambi, su tutta la dimensione della persona”.
"Un'iniziativa coraggiosa avviata nelle Marche che si basa su nuove forme di sperimentazione - dichiara Alfio Albani (Fondazione Chiaravalle Montessori) - sviluppata attraverso contaminazioni diverse, ma tutte legata alla cultura contadina che contraddistingue l’identità marchigiana”.

 
In base alla dichiarazione siglata, il Centro Montessori di Perugia istituirà il Tavolo permanete di confronto che validerà i percorsi assistenziali, mentre la Regione Marche metterà a disposizione le opportunità offerte dal Psr, nel triennio 2018-2020: presso imprese agricole o strutture pubblico o private, verranno avviati progetti di sperimentazione del format. Una prima fase “pionieristica” di agricoltura sociale, con la collaborazione del Inrca, ha già fornito risultati significativi che verranno ora codificati attraverso un’esperienza di respiro internazionale. Prima dell’appuntamento di Chiaravalle, il tema del pensiero montessoriano collegato alla longevità era stato affrontato nei Convegni di Perugia (2015), Bruxelles e Parigi (2016).
 Elena Pompei - www.laprovinciamarche.it

Email:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                            
Silvestro Pompei -
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 

 

 
 
Banner
TIGRE_dinamico_196x196
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Peccato_x_sito
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Costantini_x_sito
Banner
Centro_Prisma_x_sito
Banner
Dott._Caciulina_verticale_
Banner
Banner
De_Blasio_x_sito
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - Tel. 0735.81809 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI