Sanità. Castelli: “Meno posti letto nel sud delle Marche. Spacca ha lasciato il tesoretto, Ceriscioli solo macerie e ritardi”
medici_camice_bianco

ASCOLI PICENO 29.11.17 - “L’intelligenza politica di Gian Mario Spacca aveva prodotto, nel campo sanitario, virtuosità economiche per circa circa 200 milioni di euro - afferma Guido Castelli, sindaco di Ascoli - Ceriscioli, al contrario, in questi due anni, non solo non ha prodotto virtuosismi ma - imponendo alla sanità regionale una “trazione lentissima” - si dimostra incapace anche solo di utilizzare la dote ricevuta da Spacca.

Manca una visione: i nuovi ospedali sono all’anno zero, il personale reclama invano le risorse necessarie al delicato lavoro svolto ogni giorno a fianco dei pazienti, l’offerta di salute si contrae nonostante fondi ricevuti per effetto delle virtuosità degli anni precedenti. La trazione è così lenta che - nonostante il piano sanitario di Spacca sia scaduto da due anni - non si vede all’orizzonte neppure una bozza che parli di quale sia l’indirizzo politico che Ceriscioli vuole dare alla sanità delle Marche.

Si va avanti a colpi di delibere e di determine dirigenziali che, tuttavia, sono prive (e non potrebbe che essere così) di respiro strategico.

In questa contesto spiaggiato leggiamo dell’ennesimo schiaffo dato da Ceriscioli al territorio piceno- nonostante una vice Presidente ascolana - nella distribuzione dei posti letto. Come acutamente rilevato dal sindacato e segnatamente da Giorgio Cipollini della CISL, siamo di fronte ad un algoritmo impazzito che, però alla fine, penalizza sempre gli stessi marchigiani: quelli che risiedono lungo il Tronto.

Anche in questo caso Ceriscioli dirà che la colpa è dei dirigenti, della burocrazia e dei lavoratori . Io credo , in realtà, che siamo di fronte ad un’assenza assoluta di idee e di indirizzo strategico.  In questo senso la “trazione lenta” imposta da Ceriscioli alla sanità assomiglia maledettamente a quella che stiamo subendo dalle regione sul terremoto.

Ormai è chiaro: - conclude Castelli - l’eredità che Ceriscioli lascerà in dote alla prossima regione non sarà milionaria come quella ricevuta dal suo predecessore ma sarà solo un cumulo di ritardi, macerie e di carenze di idee.”

 

Elena Pompei - www.laprovinciamarche.it

Email:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                                                
Silvestro Pompei -
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
 
Cop_x_sito_21-9
TIGRE_dinamico_196x196
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Rist_Xin_x_sito_giu18_ok
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
Della_Ciana_x_sito_2018
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Banner_loc._compleanni
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI