Terremoto, chiesto dalla CNA Marche un decreto per rinviare irpef, contributi, bollette e mutui
Terremoto_Sfollati_

ANCONA 30.5.2018 - “In questa fase di grave crisi istituzionale e finanziaria che non da certezze ai cittadini e alle imprese, chiediamo la responsabilità di tutte le forze politiche e auspichiamo che il primo atto del Governo Cottarelli sia un decreto per rinviare il pagamento dell’Irpef, dei contributi previdenziali sospesi, delle bollette e delle rate dei mutui nelle zone del terremoto”. A chiederlo Camilla Fabbri responsabile Cna Marche per la ricostruzione.

I contribuenti interessati sono 230 mila per oltre 1 miliardo di euro, con un reddito medio di 18 mila euro e oltre 1 miliardo di tasse arretrate da pagare a partire dal 31 maggio.

Abbiamo inviato” afferma Fabbri “una lettera ai parlamentari marchigiani perché si facciano carico di portare questa richiesta sul tavolo del nuovo Governo per l’approvazione urgente di un nuovo decreto che rinviii la scadenza del 31 maggio almeno fino al 31 dicembre e che, allo stesso tempo, aumenti il numero delle rate in modo da ridurre l’impatto sui contribuenti. Il decreto governativo dovrebbe prendere anche in considerazione la proroga del 31 agosto come data nella quale scadrà la sospensione del pagamento delle bollette. Infatti le continue scosse che si susseguono e che hanno colpito il Sud delle Marche anche nelle scorse settimane non consentono di considerare archiviata la fase dell’emergenza. La popolazione continua a vivere una situazione di estremo disagio.”

Oggi non si muore più di terremoto ma si continua a morire per le conseguenze provocate dal sisma. Il tasso di mortalità è aumentato dopo il terremoto del 15 per cento nella provincia di Macerata, del 20 per cento in quella di Fermo e del 12 per cento nell’ascolano mentre ad Ancona e Pesaro non si è registrato nessun incremento dei decessi. Ad uccidere, lo stress e il disagio. Nei territori colpiti dal sisma è aumentato del 70 per cento il consumo di antidepressivi, del 7 per cento quello degli antipsicotici e del 33 per cento l’uso di ansiolitici.

Si tratta” ribadisce Fabbri “di un territorio ancora in piena emergenza che ha bisogno dell’aiuto dello Stato. Il senso di precarietà e di incertezza aumenta il disagio e le difficoltà di intere comunità che devono ripartire. Per questo vanno prorogate tutte le scadenze dei pagamenti sospesi dopo il sisma e vanno aumentate le rate previste per i pagamenti dopo la scadenza. Il terremoto non è avvenuto nel 2016, nonostante tutti gli sforzi messi in campo dalla Regione, il terremoto è ancora tra noi.”

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

Email:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                                                            
Silvestro Pompei -
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
 
Cop_nov18
TIGRE_dinamico_196x196
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Rist_Xin_x_sito_giu18_ok
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
Della_Ciana_x_sito_2018
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Banner_loc._compleanni
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI