Pronto Soccorso sambenedettese al collasso, la Cgil annuncia una pubblica protesta

pronto_soccorso SAN BENEDETTO 15.8.2018 - Il Pronto Soccorso dell'ospedale sambenedettese ha registrato una crescita esponenziale di accessi a cui, però, non è seguito l'aumento del personale e per questo rischia il collasso. Basti pensare che l'infermiere d'ambulanza viene utilizzato anche al Pronto soccorso con il rischio di ritardare l'intervento dell'ambulanza nel caso di richieste di soccorso.

Questo, in estrema sintesi, è quanto denuncia la Fp Cgil in una lettera inviata al direttore generale dell'Asur Marini.

"La FP CGIL  - si legge nella lettera a firma del segretario generale FP CGIL Maria Calvaresi - pone all’attenzione degli organi in indirizzo, la problematica del Pronto Soccorso ed emergenza Territoriale del Nosocomio di San Benedetto. Come noto oramai a tutti l’attività del Pronto Soccorso del Madonna del Soccorso è tra le più alte della Regione, parlano da anni i numeri degli accessi. 

Qualche settimana fa, questa O. S. aveva sottolineato, con nota ufficiale, alcuni punti critici che condizionano negativamente le attività del personale e la gestione degli utenti. La crescita esponenziale degli accessi, le necessita dei pazienti, la loro tutela, pongono l’esigenza di rivedere l’organico e organizzazione.

Il personale necessario per tutte le attività compresa l’emergenza  territoriale è  insufficiente e tale carenza comporta nell’organizzazione, un pericoloso “anello debole”: la tempestività dell’uscita in ambulanza.

Questo alto rischio  aumenta se la carenza di personale infermieristico (visto le indicazioni sulle linee guida  prot.12611 del 28/4/17) porta l’organizzazione ad utilizzare l’infermiere di ambulanza all’interno del Pronto Soccorso.

Considerati i numeri giornalieri delle uscite in emergenza, considerato il rispetto delle procedure riguardo il sistema del 118, si rende necessario liberare da   attività di pronto soccorso l’Infermiere dedicato all’equipe dell’emergenza territoriale, senza riduzione di personale all’interno dei vari servizi,ma incrementando l’unità di personale  necessarie.

Considerata la “sensibilità “ avuta da parte del governo regionale e dell’ASUR (delibera di Giunta n 685 del 28/5/18) dove si potenziano le Potes della AV2 e presso Gabicce, ci auspichiamo un’azione risolutiva anche verso il secondo Pronto Soccorso per attività delle Marche. Senza alcun riscontro alla soluzione del problema, saremo costretti ad intraprendere forme di pubblica protesta"

 

Alessandro Lorenzi - www.laprovinciamarche.it
E.mail: redazionelaprovinciamarche.it
Facebook: La Provincia Marche
Direttore responsabile:

 

                            

                            

 

Oggetto : Criticità Pronto Soccorso San Benedetto
del Tr.
La FP CGIL pone all’attenzione degli organi in ind
irizzo, la problematica del Pronto Soccorso ed
emergenza Territoriale del Nosocomio di San Benedet
to del Tr.
Come noto oramai a tutti l’attività del Pronto Socc
orso del Madonna del Soccorso è tra le più alte
della Regione, parlano da anni i numeri degli acces
si. Qualche settimana fa, questa O. S. aveva
sottolineato, con nota ufficiale, alcuni punti crit
ici che condizionano negativamente le attività del
personale e la gestione
degli utenti.
La crescita esponenziale degli accessi, le necessit
a dei pazienti, la loro tutela, pongono l’esigenza
di rivedere l’organico e organizzazione.
Il personale necessario per tutte le attività comp
resa l’emergenza territoriale è insufficienti e
tale carenza comporta nell’organizzazione, un peric
oloso “anello debole”: la tempestività dell’uscita
in Ambulanza.
Questo alto rischio aumenta se la carenza di perso
nale Infermieristico ( visto le indicazioni sulle
linee guida prot.12611 del 28/4/17) porta l’organi
zzazione ad utilizzare l’Infermiere di Ambulanza
all’interno del P.S.
Considerato i numeri giornalieri delle uscite in em
ergenza, considerato il rispetto delle procedure
riguardo il sistema del 118, si rende necessario l
iberare da attività di pronto soccorso
l’Infermiere dedicato all’equipe dell’emergenza ter
ritoriale, senza riduzione di personale all’interno
dei vari servizi,ma incrementando l’unità di perso
nale necessarie .
Considerata la “sensibilità “ avuta da parte del go
verno regionale e dell’ASUR (Delibera di Giunta n
685 del 28/5/18) dove si potenziano le Potes della
AV2 e presso Gabicce, ci auspichiamo un’azione
risolutiva anche verso il secondo P.S. per attività
delle Marche.
Senza alcun riscontro alla soluzione del problema,
saremo costretti ad intraprendere forme di
pubblica protesta.
Distinti saluti.
Ascoli piceno 14/08/2018
Il Segretario Generale
FP CGIL
Maria Calvaresi
Oggetto : Criticità Pronto Soccorso San Benedetto
del Tr.
La FP CGIL pone all’attenzione degli organi in ind
irizzo, la problematica del Pronto Soccorso ed
emergenza Territoriale del Nosocomio di San Benedet
to del Tr.
Come noto oramai a tutti l’attività del Pronto Socc
orso del Madonna del Soccorso è tra le più alte
della Regione, parlano da anni i numeri degli acces
si. Qualche settimana fa, questa O. S. aveva
sottolineato, con nota ufficiale, alcuni punti crit
ici che condizionano negativamente le attività del
personale e la gestione
degli utenti.
La crescita esponenziale degli accessi, le necessit
a dei pazienti, la loro tutela, pongono l’esigenza
di rivedere l’organico e organizzazione.
Il personale necessario per tutte le attività comp
resa l’emergenza territoriale è insufficienti e
tale carenza comporta nell’organizzazione, un peric
oloso “anello debole”: la tempestività dell’uscita
in Ambulanza.
Questo alto rischio aumenta se la carenza di perso
nale Infermieristico ( visto le indicazioni sulle
linee guida prot.12611 del 28/4/17) porta l’organi
zzazione ad utilizzare l’Infermiere di Ambulanza
all’interno del P.S.
Considerato i numeri giornalieri delle uscite in em
ergenza, considerato il rispetto delle procedure
riguardo il sistema del 118, si rende necessario l
iberare da attività di pronto soccorso
l’Infermiere dedicato all’equipe dell’emergenza ter
ritoriale, senza riduzione di personale all’interno
dei vari servizi,ma incrementando l’unità di perso
nale necessarie .
Considerata la “sensibilità “ avuta da parte del go
verno regionale e dell’ASUR (Delibera di Giunta n
685 del 28/5/18) dove si potenziano le Potes della
AV2 e presso Gabicce, ci auspichiamo un’azione
risolutiva anche verso il secondo P.S. per attività
delle Marche.
Senza alcun riscontro alla soluzione del problema,
saremo costretti ad intraprendere forme di
pubblica protesta.
Distinti saluti.
Ascoli piceno 14/08/2018
Il Segretario Generale
FP CGIL
Maria Calvaresi
Al Direttore Generale ASUR
Dott. A. Marini
Oggetto : Criticità Pronto Soccorso San Benedetto
del Tr.
La FP CGIL pone all’attenzione degli organi in ind
irizzo, la problematica del Pronto Soccorso ed
emergenza Territoriale del Nosocomio di San Benedet
to del Tr.
Come noto oramai a tutti l’attività del Pronto Socc
orso del Madonna del Soccorso è tra le più alte
della Regione, parlano da anni i numeri degli acces
si. Qualche settimana fa, questa O. S. aveva
sottolineato, con nota ufficiale, alcuni punti crit
ici che condizionano negativamente le attività del
personale e la gestione
degli utenti.
La crescita esponenziale degli accessi, le necessit
a dei pazienti, la loro tutela, pongono l’esigenza
di rivedere l’organico e organizzazione.
Il personale necessario per tutte le attività comp
resa l’emergenza territoriale è insufficienti e
tale carenza comporta nell’organizzazione, un peric
oloso “anello debole”: la tempestività dell’uscita
in Ambulanza.
Questo alto rischio aumenta se la carenza di perso
nale Infermieristico ( visto le indicazioni sulle
linee guida prot.12611 del 28/4/17) porta l’organi
zzazione ad utilizzare l’Infermiere di Ambulanza
all’interno del P.S.
Considerato i numeri giornalieri delle uscite in em
ergenza, considerato il rispetto delle procedure
riguardo il sistema del 118, si rende necessario l
iberare da attività di pronto soccorso
l’Infermiere dedicato all’equipe dell’emergenza ter
ritoriale, senza riduzione di personale all’interno
dei vari servizi,ma incrementando l’unità di perso
nale necessarie .
Considerata la “sensibilità “ avuta da parte del go
verno regionale e dell’ASUR (Delibera di Giunta n
685 del 28/5/18) dove si potenziano le Potes della
AV2 e presso Gabicce, ci auspichiamo un’azione
risolutiva anche verso il secondo P.S. per attività
delle Marche.
Senza alcun riscontro alla soluzione del problema,
saremo costretti ad intraprendere forme di
pubblica protesta.
Distinti saluti.
Ascoli piceno 14/08/2018
Il Segretario Generale
FP CGIL
Maria Calvaresi

Al Direttore Generale ASUR Dott. A. Marini

Oggetto : Criticità Pronto Soccorso San Benedetto del Tr.

La FP CGIL pone all’attenzione degli organi in indirizzo, la problematica del Pronto Soccorso ed emergenza Territoriale del Nosocomio di San Benedetto del Tr. Come noto oramai a tutti l’attività del Pronto Soccorso del Madonna del Soccorso è tra le più alte della Regione, parlano da anni i numeri degli accessi. Qualche settimana fa, questa O. S. aveva sottolineato, con nota ufficiale, alcuni punti critici che condizionano negativamente le attività del personale e la gestione      degli utenti. La crescita esponenziale degli accessi, le necessita dei pazienti, la loro tutela, pongono l’esigenza di rivedere l’organico e organizzazione. Il personale necessario per tutte le attività compresa l’emergenza territoriale è insufficienti e tale carenza comporta nell’organizzazione, un pericoloso “anello debole”: la tempestività dell’uscita in Ambulanza. Questo alto rischio aumenta se la carenza di personale Infermieristico ( visto le indicazioni sulle linee guida prot.12611 del 28/4/17) porta l’organizzazione ad utilizzare l’Infermiere di Ambulanza all’interno del P.S. Considerato i numeri giornalieri delle uscite in emergenza, considerato il rispetto delle procedure riguardo     il  sistema   del   118,   si   rende   necessario liberare da   attività di pronto   soccorso l’Infermiere dedicato all’equipe dell’emergenza territoriale, senza riduzione di personale all’interno dei vari servizi,ma incrementando l’unità di personale necessarie. Considerata la “sensibilità “ avuta da parte del governo regionale e dell’ASUR (Delibera di Giunta n 685 del 28/5/18) dove si potenziano le Potes della AV2 e presso Gabicce, ci auspichiamo un’azione risolutiva anche verso il secondo P.S. per attività delle Marche. Senza alcun riscontro alla soluzione del problema, saremo costretti ad intraprendere forme di pubblica protesta.

Distinti saluti.

Ascoli piceno 14/08/2018

Il Segretario Generale

FP CGIL

Maria Calvaresi

 
 
Banner
Cop_rifiuti_spiagge
TIGRE_dinamico_196x196
Picenamb_luglio_196x196
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
OWW_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
RFN_x_sito
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
Della_Ciana_x_sito_2018
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Scorolli_banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI