Arrestato l’uomo che due giorni fa ha scippato una donna 61enne con le stampelle
Auto_polizia_An_giorno

JESI 11.1.2019 - Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del commissariato di Jesi e della questura di Ancona hanno arrestato B.A., marocchino 31enne, perché accusato dello scippo del 9 gennaio quando una donna  russa di 61 anni, che cammina solo con le stampelle, è stata aggredita e scippata della propria borsetta nei pressi dell’ufficio anagrafe. Nella borsetta, tra le altre cose, c’erano 1400 euro appena prelevati dall’ufficio postale.

I soldi, salario della sua attività di badante, dovevano servire alla signora per le cure ortopediche e per il rientro nel paese di origine.

L’aggressore, notato durante la fuga a piedi da diversi testimoni, è fuggito prima a piedi poi a bordo di una auto blu, facendo perdere le proprie tracce. La borsetta rubata è stata ritrovata la mattina stessa in via Sanzio, all’altezza dell’istituto professionale industriale.

Immediatamente la Questura di Ancona ha attivato il protocollo di intervento acquisendo dei filmati di telecamere della zona, che hanno permesso di individuare un giovane di circa 30 anni, carnagione olivastra, del quale è stata fornita ed accertata una precisa descrizione fisica e dell’abbigliamento (occhiali da sole, giacca rossa, pantaloni verdi). I sospetti si sono concentrati sul giovane magrebino con pendenze giudiziarie anche per reati contro il patrimonio, anche alla luce di altri furti verificatisi a Jesi negli ultimi tempi e che hanno visto come persone offese anziani e  donne.

La perfetta corrispondenza tra il magrebino e l’immagine dell’aggressore ripresa nei minuti antecedenti e successivi lo scippo ha confermato l’intuizione degli agenti. All’interno della abitazione dell’uomo sono stati trovati e sequestrati tutti gli indumenti e gli occhiali indossati al momento della commissione del reato oltre a due banconote da 50 euro con numeri di serie sequenziali, nascoste  sotto il materasso. Nel piazzale retrostante l’abitazione è stata rinvenuta e sequestrata l’auto utilizzata dal sospettato per la fuga dopo lo scippo. L’uomo è stato portato presso la casa circondariale di Montacuto a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Silvestro Pompei) 

FACEBOOK: La Provincia Marche

 

 

 
 
Cop_Mi_manda_Picone
TIGRE_dinamico_196x196
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Rist_Xin_x_sito_giu18_ok
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
Della_Ciana_x_sito_2018
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Banner
Cantine_di_Castignano_x_sito
Banner
Banner_loc._compleanni
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI