Dopo il processo per furto 23enne esce dal Tribunale, ruba vestiario da un negozio e fugge inseguita dalle commesse
Poliziotto_AN_entra_in_auto

ANCONA 2.10.2019 - Rocambolesco inseguimento ieri mattina per il centro cittadino degno del famosissimo film “Guardie e Ladri”di Mario Monicelli.. Protagoniste, una giovane sudamericana pluripregiudicata e due commesse di un negozio di abbigliamento.

In mattinata una ventitreenne, originaria della Repubblica Domenicana, entra in un esercizio commerciale del centro e dopo aver girovagato per il negozio, decide di provare nel camerino un paio di pantaloni e una felpa rosa: convinta di non essere vista, tenta di occultare i due capi all’interno della sua borsa, pressandoli animatamente al fine di far entrare tutta la refurtiva nella piccola tracolla. Un’addetta alle vendite, notando il gesto, si avvicina alla cliente che, vistasi scoperta, invece di demordere, non esita a strattonare la commessa, percuotendola violentemente sulle braccia con ripetuti e sonori schiaffoni e urlandole parolacce e improperi, mentre correva verso l’uscita. Richiamata dalle urla, una seconda commessa di bloccare la fuggitiva che, incurante di tutto quel trambusto, non esitava a strattonare anche lei e a farsi strada tra schiaffi e manate.

Da qui una corsa per il Corso Garibaldi dove l’atletica sudamericana, dribblando tra i passanti, cerca di seminare le due malcapitate che, durante l’inseguimento riescono a chiamare il numero di emergenza 113, raccontando in diretta quanto stava succedendo e restando in costante comunicazione con il poliziotto della Sala Operativa della Questura di Ancona. Immediatamente interviene un equipaggio della Squadra Volante che, raccolta la descrizione della rapinatrice e messe in sicurezza le due commesse, inizia a cercare la fuggitiva. Gli agenti perlustrano la zona e pattugliando palmo a palmo tutte le viuzze e i vicoli del centro storico, riescono ad intercettare la donna che si era letteralmente acquattata sotto un’autovettura parcheggiata in via Astagno. Invitata ad alzarsi, la giovane non ha potuto far altro che ammettere la propria responsabilità e a fornire i suoi dati ai poliziotti che l’arrestano per rapina.

Da un immediato controllo è emerso che la malvivente nella stessa mattinata aveva sostenuto un’udienza presso il Tribunale di Ancona, imputata per reati contro il patrimonio e contro la persona. Accompagnata presso gli Uffici della Questura la giovane ha confessato di aver deciso, dopo il processo, di non rientrare subito a casa ma di “regalarsi” uno shopping “veloce” in centro.

 

 

 

 

 

 

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Silvestro Pompei) 

FACEBOOK: La Provincia Marche

 

 

 
 
cop_8-19_x_sito
TIGRE_dinamico_196x196
RoMaCar_X_SITO_196x196px
Banner
Autoadria_x_sito
Banner
Poke_x_sito
Banner
La_torretta_x_sito_imp
Banner
Le_Sirenette_x_sito_imp
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Oleificio_Silvestri_x_sito
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
OWW_x_sito
Banner
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Lombardia, 9 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI