Il 15 giugno aprono i centri estivi, lo stabilito ieri il Governo, ma la Regione Marche potrebbe anticipare. Ecco le regole

Camp_2013_palloni_su_scaletta 

ANCONA 20.5.2020 - Il Governo ieri ha stabilito che i centri estivi riapriranno il 15 giugno.

Ma la ministra per la Famiglia Elena Bonetti ha spiegato che in ogni singola regione sarà lo stesso ente a decidere se allinearsi a tale data oppure anticiparla al 3 giugno o l'8 giugno.

Le decisioni della Regione Marche saranno comunicate a breve, ma, per quanto riguarda le linee guida indicate sabato scorso dal ministero la Regione dovrebbe integrarle.

Si tratta delle ormai note misure che si adottano per garantire la sicurezza durante la Fase 2.

Innanzitutto l'elaborato del Dipartimento delle politiche per la Famiglia invita a preferire strutture dove il centro estivo si svolge in ampi spazi all'aperto.

E poi prevede che, per mantenere le distanze di sicurezza, il rapporto bambini-operatori sia così ripartito: un istruttore ogni cinque bimbi nella fascia d'età dai 3 ai 5 anni; un istruttore ogni sette bambini nella fascia 6/11; un istruttore ogni dieci bambini nella fascia comporesa tra i 12 ed i 17 anni.

Gli ingressi nella struttura dovranno essere contingentati con alcuni criteri di priorità riservati ai bambini con con entrambi i genitori che lavorano, nuclei familiari monoparentali, impossibilità di smart-working e condizioni di fragilità,. In ogni caso sarà vietato a genitori ed accompagnatori di entrare nella struttura, ma dovranno limitarsi ad accompagnare il bambino fino al cancello d'ingresso.

All'ingresso i gestori dovranno creare una piccola area dove, dopo aver chiesto ai genitori se il bambino abbia avuto febbre, tosse o difficoltà respiratoria, dovranno misurare la temperatura corporea al bambino dopodichè gli faranno lavare le mani con acqua e sapone o con igienizzante.

Ovviamente prima di partecipare al centro estivo i genitori dovranno presentare al gestore un certificato medico rilasciato un certificato medico in sui si attesti le buone condizioni di salute del bambino.

All'uscita, anch'essa contingentata, i bambini dovranno nuovamente lavarsi le mani, prima di essere riconsegnati ai genitori o accompagnatori che li attenderanno fuori dalla struttura. Durante lo svolgimento delle attività motorie e sportive le mascherine non vanno indossate dai bambini

Infine c'è rilevare che per le famiglie che porteranno i figli nei centri estivi il Governo ha stanziato 815 milioni per specifici contributi. Che la Regione Marche ha intenzione di integrare con una propria somma che sarà stabilita a breve.

Dunque, al di là di questi accorgimenti, l'attività nei centri estivi, anche questa estate si potrà svolgere senza problemi. L'importante e che si svolgano in ampi spazi all'aperto e magari facendo sport ed attività motoria. (Alessandro Lorenzi - www.laprovinciamarche.it)

 

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei

  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per gli altri articoli di oggi su Laprovinciamarche.it clicca qui:

http://www.laprovinciamarche.it/index.php


 

 
 
Cop_feb_x_sito
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Bar_Amico_colazione_a_domicilio
Banner
Elite_istit._x_sito
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Autoadria_x_sito
Banner
RoMaCar_X_SITO_196x196px
Banner
La_Torretta_x_sito_quadrato
Banner
RFN_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
OWW_x_sito
Banner
Alessi_on_line
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Padre S. Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI