Sciopero della benzina per protestare contro l'aumento dell'accise regionale Stampa

benzina-distributore-ANCONA 4.1.2012 - Lo sciopero è stato proclamato dalle associazioni regionali dei consumatori per il 5 ed il 6 gennaio

Due giorni di sciopero per protestare contro il vorticoso aumento della benzina nelle Marche, provocato anche dall'aumento dell'accise regionale sui carburanti scattata il 1 gennaio scorso. L'hanno proclamato le associazioni regionali dei consumatori aderenti a Casperr (Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione Nazionale Consumatori) per giovedì 5 e venerdì 6 gennaio. “E' un modo per protestare contro i rincari abnormi dei carburanti registrati in queste ultime ore nelle Marche - spiega il Codacons - il 5 e il 6 gennaio prossimi i cittadini marchigiani sono invitati ad astenersi dal fare rifornimento di benzina e gasolio, come forma di protesta contro i continui aumenti delle accise decisi dagli ultimi due governi e contro le speculazioni sui prezzi alla pompa che mantengono alti i listini nonostante il calo del petrolio”.

Silvio Cazzaniga - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.