La Corte Costituzionale "boccia" il sindaco Andrenacci, annullata l'ordinanza anti prostituzione Stampa

prostitutaPORTO SANT'ELPIDIO 18/5/2011. L'annullamento da parte del primo cittadino dopo che la Corte Costituzionale aveva dichiarato illegittima l'ordinanza

Niente più multe per clienti e prostitute. Dopo la bocciatura da parte della Corte Costituzionale dell'ordinanza anti prostituzione, il sindaco Andrenacci è stato costretto a sospendere l'ordinanza n.7 del febbraio scorso che prevedeva multe di 500 euro nei confronti di clienti e prostitute. La Corte Costituzionale ha dichiarato quell'ordinanza illegittima, stabilendo che in materia di incolumità pubblica e sicurezza urbana gli enti locali hanno il potere di emettere ordinanze solo per casi contingibili e urgenti. L'ordinanza del sindaco Andrenacci sarebbe scaduta a giugno ma, prima della sentenza della Corte Costituzionale, era certo che il primo cittadino l'avrebbe rinnovata almeno per tutto il periodo estivo. Dopo il flp delle telecamere, per il sindaco Andrenacci è arrivata l'ennesimo passo falso per quanto concerne la lotta alla prostituzione in strada

Marino Pompei - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.