Forte terremoto all'alba nel Maceratese avvertito anche sulla costa e in Umbria, crollato campanile seicentesco, lesioni alle case Stampa

TERREMOTO_CASA_LESIONATA

MACERATA 10.9.2018 - Una forte scossa di terremoto ha fatto tremare violentemente la terra nell'entroterra maceratese alle 5,11.

La scossa, di magnitudo 4.7, ha avuto l'epicentro a 2 km da Muccia ed ipocentro a 9 km di profondità. Tanta la paura dei residenti nella zona che sono scesi in strada svegliati di soprassalto dal terremoto.
La scossa è stata avvertita nitidamente oltre che nell'intera provincia di Macerata, nell'Ascolano, in diverse altre località delle Marche sin sulla costa ed in Umbria.

Numerose le chiamate ricevute dai Vigili del Fuoco e dalla Protezione civile che in stretto contatto con i sindaci dei Comuni vicini all'epicentro.
Subito sono iniziati i controlli ed al momento si registrano crolli nelle zone rosse dove ci sono edifici già inagibili. Crollato il piccolo campanile della Chiesa Santa Maria di Varano del '600. 

Piatti e bicchieri rotti in alcuni bar e ristoranti della zona e richieste di controlli da parte di cittadini che hanno verificato direttamente lesioni alle pareti delle proprie abitazioni.
Sospesa la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata  per effettuare controlli sulla tenuta della strada ferrata, ma alle 9 dovrebbe riaprire.

Il sindaco di Camerino ha vietato l'ingresso nelle zone rosse ai cittadini che, ancora in questi giorni, stanno recuperando oggetti personali.
I controlli soni in corso in tutte le località dell'entroterra maceratese.

 

Giorgia Galanti - www.laprovinciamarche.it

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                                                 
Silvestro Pompei -
   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.