Denunciato 30enne per furto on line di 600 euro. I consigli dei Carabinieri per riconoscere le truffe Stampa
Truffe_on_line_Mano_che_esce_dal_PC

MONTECOSARO (MC) 13.7.2019 - I carabinieri dopo accertamenti, supportati dalle analisi del traffico telematico, dei flussi di pagamento e dei tabulati telefonici, hanno denunciato in stato libertà alla competente autorità giudiziaria per violazione di carte di credito/pagamento e documenti che abilitano al prelievo di denaro contante, un rumeno 30enne che aveva fraudolentemente effettuato operazioni di pagamento per un importo di 600 euro circa, utilizzando, dopo averle indebitamente acquisite, le credenziali del servizio on-line “Paypal” collegato alla carta di credito di un abitante di Montecosaro.

 

I consigli dei Carabinieri per riconoscere le truffe:

Per prima cosa è sempre bene controllare se il sito internet è sicuro: normalmente le piattaforme “serie” utilizzano il protocollo HTTPS, il quale assicura che la trasmissione dei dati (come la carta di credito) non sia intercettata.

Un indizio che dovrebbe insospettirci - e di non poco - è se una persona ci invia un’email proponendoci un affare vantaggioso. Da evitare come la peste: dietro si nasconde certamente una truffa.

Non inviate documenti personali, come la carta di identità e i dati della carta di credito, a persone che vi hanno contattato tramite posta elettronica.

Non aprite link contenuti in email arrivate da fonti sconosciute, si rischia di essere indirizzati su siti truffa.

Importante poi diffidare dai venditori che pretendono forme di pagamento alternative a quelle previste dal negozio online in cui è stato pubblicato l’annuncio di vendita.

Attenzione alle piattaforme di vendita online. Non sotto tutte uguali. Prima di perfezionare un acquisto assicuratevi che il sito sia attendibile. Fate una ricerca in rete, confrontatevi con le esperienze di altri utenti, leggete i commenti. Verificate poi se il negozio abbia una sede legale e un numero di telefono.

Utilizzate i siti ufficiali del prodotto che avete intenzione di acquistare: eviterete di ricevere a casa della merce contraffatta.

Se avete scelto una di quelle piattaforme che ospitano gli annunci di molti privati, è meglio non pagare tramite carta di credito, ma è preferibile utilizzare il contrassegno.

Siamo in estate, aprite gli occhi. Anche qui: è bene effettuare le prenotazioni attraverso siti attendibili. Diffidate, ad esempio, da chi vi propone un’offerta allettante in una delle località di mare più esclusive ad agosto. Meglio preferire le agenzie di viaggio.

E soprattutto, per i vostri acquisti online non usate una normale carta di credito. Utilizzate una di quelle carte prepagate e lasciateci solo i soldi necessari per perfezionare l’acquisto. In caso di truffa, limitereste i danni.

 

 

 

 

 

 

 

Giorgia Galanti - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Silvestro Pompei) 

FACEBOOK: La Provincia Marche