Beatrice Venezi e Saverio Marconi per il concerto di apertura della FORM Stampa

FORM_sul_prato

JESI 9.1.2020 - Straordinario concerto della FORM domani venerdì 10 gennaio, alle 21, al Teatro Pergolesi in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini per la serie che apre la Stagione regionale.

Beatrice Venezi, Saverio Marconi e Angela Nisi ne sono i protagonisti insieme all’Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Sul palco del Teatro Pergolesi le musiche di Ludwig Van Beethoven, genio tedesco di cui ricorrono i 250 anni dalla nascita e per questo viene celebrato con la Sinfonia n. 1 in do magg., op. 21 e l’Egmont, musiche di scena per la tragedia di Johann Wolfgang von Goethe, op. 84, dove si ritrovano temi congeniali al compositore come la lotta per la libertà e il sacrificio per amore di patria. Il concerto viene replicato il giorno seguente, sabato 11 gennaio, al Teatro Gentile di Fabriano, sempre alle 21.

La FORM si presenta così al nuovo anno con una stagione dal titolo Sound Experience - Beethoven 250 e con una progetto che la pone al centro dello sviluppo e della diffusione della cultura musicale nel territorio regionale, identificandola come “la colonna sonora delle Marche”.

Beatrice Venezi è una delle più acclamate direttrici d’orchestra della scena musicale contemporanea; si è esibita in teatri di rilievo internazionale ed è stata selezionata nel 2018 dalla rivista Forbes fra i 100 under 30 leader del futuro. Saverio Marconi è un apprezzatissimo attore e regista teatrale, oltre che direttore artistico della Compagnia della Rancia che lui stesso ha creato più di 35 anni fa; mentre Angela Nisi (soprano), vincitrice di numerosi concorsi internazionali e avviata a una brillante carriera, ha recentemente eseguito le arie dell’Egmont al Teatro dell’Opera di Roma.

 

 

 

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

FACEBOOK: La Provincia Marche