Derubano un uomo e gettano parte della refurtiva nel cestino, ladri traditi dalle impronte digitali Stampa

Auto_Carabinieri_notte

SENIGALLIA 6.8.2020 - Una settimana fa, nella giornata di mercoledì 29 luglio, un uomo è stato derubato mentre caricava un furgoncino per la ditta gestita dalla figlia in via Cimabue a Chiaravalle.

Mentre era al lavoro nella parte posteriore del veicolo, i due malviventi hanno preso il suo marsupio dal posto di guida contenente documenti, due carte di credito, alcuni soldi che aveva con sé e gli incassi più recenti per un totale di poco più di 2300 euro.

I malviventi, temendo di essere presi, hanno gettato parte della refurtiva in un cassonetto lungo la statale di Marzocca prima di fuggire verso Ancona.

Tuttavia, grazie ad una signora che ha visto i malfattori gettare telefoni e carte di credito, le autorità hanno ispezionato gli oggetti rilevando alcune impronte digitali appartenenti ad un 65enne tunisino senza domicilio.

Il malvivente, già con precedenti riguardanti piccoli furti, è stato denunciato. Continuano le indagini dei carabinieri per risalire al complice. (Silvio Silvestri –www.laprovinciamarche.it)

 

REDAZIONE:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per gli altri articoli di oggi su Laprovinciamarche.it clicca qui:

http://www.laprovinciamarche.it/index.php