Avviso del Comune per richieste di edificabilità o di trasformazione di aree edificabili in aree agricole o in verde privato Stampa

AP_p.Popolo_1_ns 

ASCOLI 5.1.2021 - Nel corso dell’ultima riunuione della giunta comunale, è stato approvato l’avviso pubblico finalizzato a raccogliere le richieste di retrocessione della destinazione urbanistica edificabile e di nuova edificabilità di aree ricadenti nel territorio comunale di Ascoli Piceno per la redazione di una Variante al P.R.G. “compensativa”.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di conoscere le richieste di retrocessione di aree da edificabili ad agricole e/o a verde privato e, contestualmente, le eventuali richieste di nuova edificabilità.

Entrambe le tipologie di richieste saranno prese in considerazione ai fini della redazione di una Variante al Piano regolatore “compensativa”, che mantenga cioè invariate le superfici edificabili e la capacità edificatoria complessiva del Piano Regolatore Generale vigente anche al fine di un ordinato ed equilibrato sviluppo del territorio.

«Con questo avviso - spiega il sindaco Marco Fioravanti - invitiamo tutti gli aventi titolo, proprietari di aree nel comune di Ascoli Piceno, ad avanzare una richiesta di retrocessione dell’area dalla destinazione edificabile alla destinazione agricola o di verde privato, qualora non intendano avvalersi della suddetta capacità edificatoria riconosciuta dal vigente P.R.G, oppure ad avanzare una richiesta di edificabilità dell’area con destinazione residenziale o altra destinazione che consenta l’insediamento di nuove volumetrie ovvero una richiesta di incremento degli indici di edificabilità già riconosciuti dal vigente P.R.G.». 
Tutte le domande dovranno pervenire entro il termine perentorio di sabato 27 febbraio 2021.

Tra i criteri di ammissibilità vincolante delle richieste figurano: non ricadere in aree soggette a vincoli del P.P.A.R. per i quali non sia ammessa edificazione come recepiti definitivamente dal Piano Regolatore vigente, non ricadere in aree oggetto di tutela paesaggistica o archeologica di cui al codice dei Beni Culturali, non ricadere in aree classificate come esondabili o a rischio frana di cui al Piano di Assetto Idrogeologico del Fiume Tronto.

«Si tratta - aggiunge il vice sindaco e assessore all’Urbanistica Gianni Silvestri - di un avviso importante per coloro che vorranno modificare la destinazione urbanistica delle aree site nel nostro comune. Nei prossimi giorni sarà organizzato un incontro con gli ordini professionali di geometri, ingegneri, architetti e le associazioni di categoria, affinché tutti i cittadini interessati all’avviso possano ricevere ulteriori informazioni o chiarire i propri dubbi.

Colgo l’occasione per ringraziare, oltre al sindaco Marco Fioravanti, il dirigente Ugo Galanti e il Rup Maurizio Piccioni per aver lavorato su questo avviso».

Sul sito del Comune di Ascoli Piceno è disponibile l'avviso pubblico e il fac-simile di domanda in formato editabile al link https://www.comune.ap.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18819 (Enrico Medici – www.laprovinciamarche.it)

 

REDAZIONE: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per gli altri articoli: www.laprovinciamarche.it