L'amministrazione comunale sambenedettese rende omaggio alle vittime del rogo di Viareggio Stampa

Viareggio_31-01-2010_015SAN BENEDETTO. La toccante cerimonia si è svolta a Viareggio in via Ponchielli, la strada terribilmente segnata dalla tragedia del giugno scorso

Un momento molto toccante, con tanti sambenedettesi e le autorità dei due Comuni in raccoglimento dinanzi alla corona appoggiata sulla recinzione che delimita l'area del disastro dove tante persone persero la vita in una assurda sciagura: in questo clima si è svolta domenica 31 gennaio a Viareggio la cerimonia di deposizione della corona d'alloro della città di San Benedetto in via Ponchielli, la strada terribilmente segnata dalla tragedia del giugno scorso, quando il deragliamento di un treno merci carico di GPL seminò morte e distruzione nella zona della stazione ferroviaria.

Con i tanti sambenedettesi giunti in Versilia per assistere alla prima sfilata dello storico carnevale (tra loro anche numerosi esponenti dell'associazione "Amici del carnevale" e i bimbi del III circolo didattico guidati dalla dirigente Stefania Marini che sono stati protagonisti anche della manifestazione), hanno partecipato alla cerimonia in rappresentanza del Comune la presidente del Consiglio comunale Giulietta Capriotti e la consigliera comunale Lorella Bovara. Li ha accolti il sindaco di Viareggio Luca Lunardini insieme al presidente del Consiglio comunale Paolo Spadaccini e al consigliere provinciale Andrea Palestini che, come denuncia il cognome, ha antichi legami con la città delle palme.

In risposta al messaggio di saluto della presidente Capriotti, che ha ricordato i profondi legami di amicizia tra le due municipalità, il sindaco Lunardini ha descritto l'attuale volto di Viareggio, città del carnevale per antonomasia che però, anche in questi momenti di festa, non può dimenticare quanto accaduto. Sullo sfondo della cerimonia, quasi una quinta di una rappresentazione tragica, ciò che resta delle abitazioni devastate dalle fiamme.

Subito dopo, la delegazione sambenedettese si è recata a visitare la vicina "Casetta dei ricordi" dove l'amministrazione comunale viareggina ha raccolto le centinaia di messaggi e di oggetti che i cittadini hanno lasciato dinanzi alle abitazioni devastate in memoria dei tanti che hanno perso la vita nella sciagura.

 

2 febbraio 2010

ALESSANDRO LORENZI ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )