Nuove norme per il risparmio energetico Stampa

pannelli_solari_fotovoltaiciMACERATA 10.11.2011 - Il Consiglio comunale ha approvato la modifica al regolamente edilizio comunale per quanto concerne la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Il Consiglio comunale ha approvato la modifica al Regolamento Edilizio Comunale per la parte relativa alla realizzazione degli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili sugli edifici di edilizia privata, residenziale e non. Venti i voti a favore (maggioranza e Ivano Tacconi UDC), astenuti 10 consiglieri dei gruppi di minoranza.

Con la nuova norma, si anticipa alla fase progettuale l’eventuale definizione dell’impossibilità di inserire nei nuovi edifici elementi di risparmio energetico prescritti dal regolamento edilizio, prevedendo che le alternative a tale obbligo debbano comunque garantire la produzione di energia elettrica nella massima misura consentita dall’intervento. La mancata realizzazione negli edifici di impianti di energia rinnovabile sarà compensata da altre forme di azione, tra cui la realizzazione di opere di interesse pubblico.

“Con questa norma l’amministrazione comunale - afferma l’assessore Valentini - continua nell’impegno verso la produzione di energia da fonti rinnovabili e per l’abbattimento delle emissioni di CO2 (coerentemente con l’adesione al patto dei sindaci), che si concretizza da un lato con l’azione diretta su edifici comunali, dall’altro nel disegnare norme che definiscano in modo chiaro, ma concretamente applicabile, gli obblighi dei privati”.

Tra gli altri provvedimenti il Consiglio ha approvato la mozione che amplia la trasparenza dell’azione amministrativa dando conto nel sito del Comune anche degli incarichi professionali conferiti dalle aziende partecipate.(A favore 18 consiglieri della maggioranza, contrari i gruppi di minoranza).

Approvazione unanime invece per l’ordine del giorno con cui si invita l’amministrazione a chiedere all’ Università di mantenere la possibilità di utilizzo da parte delle associazioni cittadine della palestra attrezzata per le arti marziali del polo Bertelli. Via libera anche all’ordine del giorno con cui si invita l’Ato 3 Macerata ad introdurre per l’anno 2012 un sistema tariffario del servizio idrico basato su fasce di consumo differenziato secondo la composizione del nucleo familiare. A favore 18 consiglieri (Maggioranza e Italia dei Valori), Contrari 3 (Comunisti Italiani, Verdi, Federazione della sinistra). Astenuti oltre al sindaco,i consiglieri Orazi e Gasparrini (PD), Carlini (Pensare Macerata). Nei due giorni di lavori consiliari sono state affrontate anche alcune interrogazioni su svariati argomenti, tra cui la riorganizzazione della rete scolastica, il vandalismo notturno e la sicurezza dei cittadini e il bilancio dell’associazione Sferisterio

Giorgia Galanti - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.