Mancato versamento iva, sequestrati beni per 100 mila euro alla madre di Sgarbi Stampa

sgarbi_vittorio-250SAN SEVERINO 20.10.2011 - Secondo l'ipotesi accusatoria una società amministrata dal critico d'arte non avrebbe versato l'iva, evadendo il fisco

Su mandato dell'autorita' giudiziaria di Camerino, la Guardia di finanza ha sequestrato beni per 100 mila euro (denaro versato su conti correnti e un immobile) alla madre di Vittorio Sgarbi, la signora Rina Cavallini. Secondo l'ipotesi accusatoria, una societa' di San Severino Marche amministrata dalla madre del critico d'arte non avrebbe versato l'imposta sul valore aggiunto, evadendo il fisco. A San Severino Sgarbi e' stato sindaco e assessore alla Cultura, e nella cittadina mantiene la residenza

Ludovica Dorsè - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.