Imprenditore tenta il suicidio, salvato dai carabinieri Stampa

carabinieri_a_piediPESARO 4.1.2012 - L'uomo, un imprenditore edile di 42 anni, aveva collegato il tubo di scappamento all'abitacolo del furogne della sua ditta

Un imprenditore edile pesarese di 42 anni ha tentato di suicidarsi collegando il tubo di scappamento all'abitacolo del furgone della sua ditta, parcheggiato a lato di una via di Tavullia. L'uomo e' stato salvato dai carabinieri, giunti sul posto grazie alla segnalazione di un automobilista di passaggio. Secondo i militari, che indagano sull'episodio, l'imprenditore ha tentato il suicidio per le difficolta' della sua impresa, sprovvista di commesse. Il 42enne, sposato e padre di tre figli, era disperato.

Silverio Pomili - Questo indirizzo e-mail รจ protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.