Ragazzina si lancia nel vuoto, ma un operaio "angelo custode" l'afferra a pochi metri dal suolo Stampa

ambulanza_notte_ok

ANCONA 8.9.2018 - Per una ragazzina di 17 anni residente ad Ancona l'angelo custode ha un nome e cognome. Si chiama Antonio Centomani, un operaio 40enne che l'ha afferrata al volo a pochi metri dal suolo dopo che la giovane si era lanciata nel vuoto dalla balaustra sopra la pasticceria La Vecchia Ancona a Brecce Bianche.

E' accaduto ieri sera quando la minorenne in compagnia di un bambino prima ha iniziato a piangere poi ha scavalcato la ringhiera e dopo qualche minuto si è lanciata nel vuoto.

Il 40enne era affacciato alla finestra e quando ha visto la ragazza piangere e dirigersi verso la ringhiera per scavalcarla è subisto sceso in strada, si è appostato senza farsi notare sotto la balaustra e quando la giovane si èlanciata è riuscito ad afferrarla evitando la tragedia.

Nonostante l'intervento dell'uomo la 17enne ha riportato delle lievi lesioni e per questo è stata trasportata con l'ambulanza in ospedale. 

 

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

Email:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                                                            
Silvestro Pompei -
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.