Ancona, muore colpito al collo da un cavo di ormeggio di una porta container Stampa
Porto_Ancona_cargo_in_primopiano

ANCONA 10.6.2019. Ancora una vittima sul lavoro. Questa mattina intorno alle 6 è morto un 33enne colpito al collo dal cavo di ormeggio di una nave porta container ormeggiata alla banchina 23 della nuova darsena.

L’uomo, che non faceva parte dell’equipaggio della porta container battente bandiera portoghese, era un impiegato di un’agenzia marittima che si trovava sulla banchina per monitorare le operazioni di carico e carico delle merci.

All’improvviso uno dei cavi di acciaio che tenevano ormeggiata la nave si è spezzato e, con l’effetto frusta, ha colpito l'uomo al collo. I medici del 118, subito avvertiti da un collega, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Il cavo è stato sequestrato dal pm Rosario Lioniello che coordina le indagini sull’accaduto. L’uomo, che era originario di Pavia, viveva ad Ancona da molti anni con moglie e 2 figli.

 

 

 

 

 

 

Silvio Silvestri - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Silvestro Pompei) 

FACEBOOK: La Provincia Marche