Grande successo per il trekking urbano Stampa

teatrodellemuseANCONA 10.1.2012 - Cinquecento persone hanno partecipato al “Trekking dalle Muse alla Lanterna, attraverso gli itinerari del Museo diffuso urbano”

Cinquecento persone hanno partecipato domenica al “Trekking dalle Muse alla Lanterna, attraverso gli itinerari del Museo diffuso urbano”. Curiosità e interesse da parte dei partecipanti – molti provenienti da fuori città – per il percorso proposto dal settore Attività culturali e Turismo del Comune con l'apertura straordinaria di due monumenti poco noti al grande pubblico. Le prime tappe del trekking, al quale hanno partecipato anche gli assessori Andrea Nobili e Diego Franzoni all'interno di uno dei dodici gruppi formati, hanno riguardato infatti il Palazzo Benincasa e l'Arco Nappi. Il primo, con i suoi affreschi settecenteschi e la biblioteca di 20 mila volumi, è stato aperto ai gruppi dalla famiglia Amatori e dall'Interstate srl. L'Arco Nappi si trova invece all'interno di una caserma della Guardia di finanza ed è stato invece reso fruibile grazie alla disponibilità del Comando regionale e di quello provinciale delle fiamme gialle. L'itinerario ha interessato quindi la città dei commerci attraverso numerosi punti di interesse, dal porto romano all'arco Clementino, dal lungomare Vanvitelli alla Loggia dei mercanti fino al basamento della Lanterna. Quest'ultimo è stato alla fine del percorso teatro di una serie di acclamate relazioni storiche a cura del professor Massimo Coltrinari. Al centro della sua descrizione gli eventi risorgimentali che, il 28 settembre 1860, portarono all'esplosione del forte e della santabarbara pontificia, nuovo omaggio del Comune alle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità nazionale.

Altra peculiarità del trekking organizzato dal personale del settore Turismo, è stato il rapporto con il nuovo Museo diffuso urbano (Mud) del Comune di Ancona. L'itinerario scelto infatti è esattamente uno dei sette proposti da questo avanzato sistema turistico a disposizione di turisti e cittadini. Tra i percorsi, “Ankon – da mare a mare”, ossia dal porto al Passetto, i colli del cappuccino e del cardeto, l'antica via maestra e così via. Grazie alle audiovideoguide con rilevatore satellitare gps è infatti possibile scoprire, camminando, i tanti volti della nostra città, individuando i punti di interesse, le curiosità, i musei e i tanti tesori di arte, cultura e natura. E' possibile infine costruire un percorso personalizzato secondo i propri interessi, ascoltare i contenuti audio, ammirare i clip e una ricca galleria di immagini. L'apparecchio, un normale I-phone, può essere preso in prestito all'Infopoint del Comune di via Gramsci, che è aperto per la prima volta anche nei mesi invernali, in cambio di un documento e una cauzione che sarà restituita in cambio dell'I-phone nell'arco delle ventiquattro ore. Il programma si può invece scaricare dal sito www.museodiffusoancona.it oppure attraverso l'App modem Iphone, per chi possiede un apparecchio analogo.