Studenti universitari spacciatori: sequestrati oltre 2 Kg di marijuana, hashish ed eroina e 11mila euro Stampa
Polizia_PS_Sequestro_droga_21-1-18

PESARO 21.1.18 – Nei giorni scorsi, la polizia di Urbino, insieme agli agenti di Pesaro e di Bologna, ha arrestato un cittadino italiano 23enne, residente nel cremonese, studente dell’Ateneo bolognese, perché sorpreso in possesso a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella stessa operazione sono stati denunciati in stato di libertà, per lo stesso reato, altri tre studenti di quell’università, di cui due residenti a Pesaro ed uno a Bergamo.

L’operazione ha preso avvio da un precedente arresto e due denunce effettuate nel novembre 2017 nei confronti di tre giovani, anch’essi coinvolti in un giro di spaccio di marijuana. In particolare le indagini hanno permesso di stabilire che il principale canale di rifornimento della sostanza utilizzato dai tre indagati, proveniva proprio da Bologna.

A due mesi di distanza, gli sviluppi di quelle stesse indagini hanno portato ad individuare ulteriori 4 soggetti, dediti allo spaccio di marijuana, destinata soprattutto a studenti universitari di Urbino e Bologna, anch’essi soliti rifornirsi nel capoluogo emiliano.

Nel corso della perquisizione delle abitazioni di queste persone i poliziotti hanno trovato e sequestrato più di 2 kg di marijuana, quantitativi minori di hashish ed eroina, materiale per il confezionamento delle dosi e circa 11mila euro in contanti, con ogni probabilità derivanti dello spaccio, oltre ad un’agenda contenente tutta la contabilità relativa allo smercio della sostanza stupefacente. Conseguentemente uno dei soggetti indagati veniva tratto in arresto, mentre i suoi tre coinquilini venivano denunciati in stato di libertà.

Silverio Pomili  - www.laprovinciamarche.it

Email:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Facebook: La Provincia Marche

Direttore responsabile:                                           
Silvestro Pompei -
  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.