Maratona di concerti nel centro storico per la Notte Bianca della Musica Stampa
notte_bianca_musica
PESARO 8.11.2019 - Ventidue luoghi, 44 momenti musicali, 300 artisti, 192 musicisti, due bande e un coro. «Numeri che danno la dimensione corale dell’iniziativa», commentano Matteo Ricci e Daniele Vimini. Due anni dopo il riconoscimento Unesco, la Notte Bianca della Musica (sabato 16 novembre) «va oltre la maratona di note nel centro storico: è un’occasione per riflettere sulla responsabilità di essere Città della Musica». Non a caso, evidenzia Ricci, «saremo alla fine di novembre a Dauegu (Corea del Sud), per l’Annual Meeting delle Città della Musica Unesco. Che poi vogliamo ospitare a Pesaro nei prossimi anni». Nel frattempo, «la manifestazione ci aiuta a destagionalizzare. Perché vogliamo accendere ogni momento dell’anno». Insistendo 'sulla sfida culturale': «Una città più viva è più sicura», il paradigma del sindaco. Quindi: «La musica è veicolo di promozione internazionale. E ci aiuta a costruire un nuovo pezzo di economia: lo abbiamo visto con il 150esimo di Rossini. Adesso c’è la consapevolezza di tutti, andremo avanti. Grazie a chi suonerà anche solo una nota nello spartito generale». Del resto, aggiunge Vimini, «la Notte Bianca si inserisce in una ‘Settimana della Musica’ extralarge. Con un proposta che parte venerdì 15 novembre, copre il 22 novembre e arriva fino al 27 novembre».

Nota il vicesindaco, che menziona tutti gli artisti coinvolti: «Tanta contemporaneità e scelta. A dimostrazione che il riconoscimento Unesco è una dimensione viva, su cui continueremo a caratterizzarci. Il programma, già ampio, verrà ulteriormente integrato nei prossimi giorni». Sabato 16 novembre si partirà dalle 10 della mattina con la filodiffusione e il «Pianonstop» in Galleria Roma. Dove un pianoforte accoglierà giovani musicisti del liceo musicale Marconi e del Conservatorio nell’arco della giornata. Ma anche altri musicisti che vorranno liberamente suonare in pubblico. Nel pomeriggio scatterà l’ondata di appuntamenti nel centro storico fino alle due di notte. Coinvolti tutti i luoghi della cultura. Tra gli altri: teatro Rossini, Museo Nazionale Rossini, chiesa dell'Annunziata, Casa Rossini, piazza Olivieri, piazza Mosca, Centro Arti Visive Pescheria, Palazzo Gradari. Musica per tutti i generi: dalla classica al jazz, passando per pizzica e tango. Evento clou alle 21, al Teatro Rossini, con la ‘Petite (jazz) messe solennelle’. Che vedrà sul palco Paolo Fresu per un progetto musicale inedito, messo a punto per il Rossini Opera Festival. Con il trombettista, Uri Caine al pianoforte e Daniele Di Bonaventura al bandoneon. Non mancherà il concerto dal balcone di Casa Rossini (ore 18), a cura dell’Accademia Rossiniana. Da segnalare «Les amis de pleyel», l’esibizione al Museo Nazionale Rossini (ore 18) sul pianoforte Pleyel appartenuto al compositore: nella sala degli Specchi, concerto dedicato ai compositori che hanno scritto o suonato sul Pleyel con Roberta Pandolfi al pianoforte. In piazza del Popolo, alle ore 19, l’appuntamento con le bande di Candelara e Colombarone-Fiorenzuola, che poi sfileranno lungo le vie del centro storico. Mentre all’Annunziata programmazione aperta dalle ore 17 fino a mezzanotte, cadenzata su differenti registri.

Anche i musei (Casa Rossini, Museo Nazionale Rossini, Centro Arti Visive Pescheria) partecipano alla Notte Bianca della Musica con orario continuato fino a notte. La manifestazione è promossa dal Comune con Prefettura, Amat, Fondazione Rossini, Rossini Opera Festival, Conservatorio Statale di Musica Rossini, Liceo Scientifico Musicale Marconi, Sistema Museo, Fondazione Pescheria - Centro Arti Visive, in collaborazione con realtà musicali della città, scuole, musicisti, gruppi, bande, cori, associazioni ed esercizi commerciali del centro storico. L’incipit istituzionale il 15 novembre, nel Salone Metaurense di Palazzo Ducale, con la cerimonia ufficiale di benvenuto alla delegazione giapponese di Kakegawa (città nota per la Yamaha e gemellata con Pesaro) guidata dal sindaco Saburo Matsui. Dopo i saluti istituzionali, l’omaggio pianistico a Rossini (‘The Rossini Variations’) a cura di Mario Mariani. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito (dove non diversamente specificato). Programma completo e aggiornato: www.comune.pesaro.pu.it/cultura.

 

 

 

 

 

Silverio Pomili - www.laprovinciamarche.it

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (Silvestro Pompei) 

FACEBOOK: La Provincia Marche