"Negata l'intitolazione di una via ai caduti di Nassiriya, PD e M5S devono vergognarsi per questa decisione" Stampa
Nassiryia_funerali 
PESARO 6.1.2021 - Pioggia di critiche sulla decisione del Consiglio comunale di Pesaro, a maggioranza PD -  Movimento 5 Stelle, che ha bocciato la richiesta dell'opposizione di dedicare una via agli italiani uccisi da un attentato terroristico mentre erano in servizio a Nassirya.
"A Pesaro - dichiara Giovanni Flamma, presidente di Nazione Futura Marche - la maggioranza che sostiene il sindaco Matteo Ricci e targata quasi interamente PD ha bocciato la richiesta pervenuta dall’opposizione di intitolare una delle vie del capoluogo di provincia ai 19 tra militari e civili che persero la vita nel vile attentato del 12 novembre 2003.
A contribuire alla bocciatura è stato il Movimento 5 Stelle che, pur di non votare questa proposta, ha preferito astenersi, andando così a rinforzare il fronte del no. Quanto successo a Pesaro è una vergogna per tutte le Marche. Non ci si può dividere pure per il ricordo di italiani vittime di un attentato terroristico e non si può addurre come scusante la mancanza di un regolamento ad hoc.
Non era possibile approvare la proposta e metterla in atto a regolamento stilato? Sarebbe stata una soluzione amministrativa efficace che avrebbe permesso il giusto ricordo a 19 italiani che hanno perso la vita per difendere la pace. Ma da chi non sa guardare oltre il proprio livore ideologico aspettarsi un atto di umanità è davvero troppo”. (Silverio Pomili – www.laprovinciamarche.it)

 

REDAZIONE: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per gli altri articoli: www.laprovinciamarche.it