La protesta universitaria si sposta alla Fincantieri Stampa

fincantieriANCONA 23/7/2010 - L'assemblea generale dell'Università Politecnica ha deciso di portare assemblee e manifestazioni di protesta contro la riforma Gelmini nei principali siti industriali, a partire dalla Fincantieri

Si sposta alla Fincantieri e nelle principali aziende la protesta di ricercatori, docenti, personale tecnico e studenti dell'Universita' Politecnica contro la riforma Gelmini. Lo ha deciso l'assemblea generale di ateneo, anche se con alcuni distinguo fra le organizzazioni degli studenti. Un documento unitario proclama lo stato di agitazione da settembre, con assemblee nel territorio e nei grandi siti industriali. Proposte iniziative di sensibilizzazione delle famiglie durante le sessioni di laurea, e un aumento delle tasse per gli studenti frazionato secondo l'importo prodotto dai tagli al Fondo ordinario per le universita'

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.