Rate dei mutui bloccate per un anno e sospensione dei debiti bancari Stampa

euro_che_volano

ANCONA. Sospensione dei debiti bancari, blocco delle rate dei mutui, slittamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie sui crediti. Queste sono alcune delle agevolazioni della Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana per far fronte alla crisi delle imprese marchigiane. I dettagli dell'offerta.

La Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana aderisce all'accordo sottoscritto dall'Abi con il ministero dell'Economia e delle Finanze per la sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio.

La Carifac aveva gia' introdotto a primavera del 2008 alcune misure di sostegno all'economia della zona: come la possibilita' di sospendere per 18 mesi, in una o due tranche, le rate del mutuo per l'acquisto della prima casa per i dipendenti di aziende dichiarate fallite o che nel corso di un anno fossero stati messi in cassa integrazione o mobilita' per almeno quattro mesi.

A inizio 2009 aveva poi sottoscritto un Protocollo con la Regione Marche per l'anticipo della Cig ai lavoratori delle imprese in crisi e la sospensione delle rate del mutuo prima casa. L'accordo Abi-Ministero dell'Economia prevede la sospensione fino a 12 mesi della quota capitale delle rate di mutuo e delle operazioni di leasing delle Pmi, e l'allungamento a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti. 

18 agosto 2009

SILVIO SILVESTRI - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.