Pasqua in casa: grave danno per le produzioni artigianali, meno 50% Stampa

Colomaba_pasquale

ANCONA 9.4.2020 - Nemmeno in questa Pasqua di tristezza e isolamento mancheranno i piatti della rigogliosa tradizione culinaria nazionale. Secondo il Centro Studi della CNA Nazionale ci sarà un'impennata del consumo del fatto in casa, perlomeno per i dolci da forno e purtroppo si teme un crollo delle produzioni artigianali, parzialmente a favore dei dolci industriali, a causa delle restrizioni imposte a pasticcerie, cioccolaterie e gelaterie costrette alla chiusura per l'emergenza e con uno spazio di tempo a disposizione molto ristretto per poter organizzare con sistematicità la consegna a domicilio.

L'indagine in esame prevede che nel 60% delle tavole si consumerà una colomba, con una fortissima presenza di prodotti industriali, venduti tramite la grande distribuzione e spesso consegnati a emergenza non ancora scoppiata. Nel frattempo sono destinate a precipitare le produzioni artigianali con una contrazione stimata di oltre il 50% ed una vendita del 20% rispetto all'anno precedente a causa del combinato disposto dell'esplosione del fai da te e delle difficoltà nel fare la spesa, tra orari ridotti, file allungate e controlli di ordine pubblico.

E non finisce qui, perché potrebbe essere ancor più pesante il calo delle vendite di uova di Pasqua, ipotizzato intorno al 30%, laddove la tipologia artigianale sta segnando una preoccupante riduzione, letale per la categoria, che in questa fase dell'anno realizzava tra un quarto ed un terzo del loro fatturato. In questo caso la produzione industriale non ha colmato la perdita dell'artigianato, complice anche la riduzione dei consumi e degli spazi nelle superfici commerciali dedicati ai beni non indispensabili.

La CNA tuttavia non ci sta ad accettare questa infausta dinamica e con l'occasione ricorda a tutti coloro che si trovano a trascorrere la Pasqua in maniera insolita che nel nostro territorio ci sono tantissimi validi produttori artigiani di piatti della tradizione e non solo dolci che possono comunque essere ordinati e fatti recapitare a casa nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie concesse dalla normativa vigente. A tal fine, per rendere merito alle numerose attività che continuano incessantemente a stare sul pezzo ed affrontare la fase emergenziale con orgoglio, operosità e spirito positivo, stando sempre all'interno dei confini della legalità, la CNA ha promosso un portale gratuito, che non è una semplice vetrina, ma agevola il sistema di ordine online e consegna a domicilio, consentendo il pagamento anche in versione digitale.

La società Smossi di Marotta ha sviluppato “Deliverin” un e-commerce completamente gratuito e promosso da CNA, pensato per tutte le attività che effettuano consegne a domicilio. Un unico portale in cui l'esercente può registrarsi gratuitamente e iniziare a vendere mentre il cliente può acquistare in totale sicurezza i prodotti desiderati. Senza uscire di casa.

(Silvio Silvestri - laprovinciamarche.it)


REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Per gli altri articoli di oggi su Laprovinciamarche.it clicca qui:

http://www.laprovinciamarche.it/index.php