La danza marchigiana protagonista al Museo nazionale di Ravenna Stampa

danzaANCONA 13.9.2011 - Grazie al lavoro di selezione svolto dall'Amat, tre coreografi/danzatori marchigiani partecipano alla "Vetrina della giovane danza d'autore" in programma il 17 e 18 settembre a Ravenna

Grazie al lavoro di selezione svolto dall'AMAT tre coreografi/danzatori marchigiani - Mara Cassiani di Gradara, Helen Cerina di Urbino e Glen Çaçi di San Ginesio - partecipano il 17 e 18 settembre a Ravenna alla Vetrina della Giovane Danza D’autore, un progetto realizzato dall’esperienza e dal radicamento territoriale del network Anticorpi XL che coinvolge operatori di più regioni di cui è partner per le Marche l’AMAT.
 
La danza marchigiana è protagonista sabato 17 settembre al Museo Nazionale di Ravenna con Mara Cassiani che presenta Daddy’n me. In scena un padre di 67 anni che non ha mai danzato e una coreografa, sua figlia, che è partita nella sua ricerca su una condizione fisica che limita il movimento: da una parte la gravidanza, dall’altra la vecchiaia. Non è un lavoro su un conflitto generazionale, ma un semplice dialogo tra padre e figlia, il loro rapporto, il loro mutuo sostegno. Sempre sabato sarà in scena alle Artificerie Almagià Helen Cerina con Dulcis in Pomerio, un’ideale storia dell’urbanistica edificando e distruggendo città fatte di zucchero. Domenica 18 settembre al MAR Museo d’arte della città di Ravenna è la volta di Cascare dal sonno di Glen Çaçi, che nasce nel 1979 a Tirana (Albania), dove vive fino al 2000 occupandosi principalmente di musica. Nel 2001 si trasferisce in Italia, iniziando il suo percorso prima come artista circense, poi come attore ed infine come danzatore performer.
 
La Vetrina - presentata all’interno del Festival Ammutinamenti 2011 - è un importante momento di visibilità per le giovani compagnie italiane indipendenti e per la promozione della danza d'autore e di ricerca all’interno del quale i giovani autori possono mettere in gioco la loro aspettativa di affermazione artistica, tracciando le proprie linee di crescita e di confronto per verificare il proprio desiderio di emergere. La commissione artistica, coordinata dall'Associazione Cantieri e composta dai partner del network, offre agli autori l’opportunità di un confronto con un pubblico, con altri artisti e operatori nazionali ed internazionali.
Durante la Vetrina la commissione artistica individua tra le proposte in programma alcune creazioni che vengono poi promosse tra gli operatori della rete Anticorpi XL e tra organizzatori nazionali ed internazionali all’interno della rassegna itinerante Anticorpi Explo, ospitata negli eventi organizzati dai partner di Anticorpi XL nella stagione teatrale 2011/2012.
 
Ad unire i diciotto componenti di Anticorpi XL, il primo network indipendente italiano dedicato alla danza d’autore insignito del prestigioso Premio Danza&Danza 2010, è la volontà di promuovere – attraverso una serie di azioni concertate a cui ciascuno concorre secondo pe proprie specificità – la giovane coreografia italiana. Lo testimoniano i progetti a cui il network ha dato vita per dare opportunità di formazione, sostegno, mobilità ai giovani coreografi e danzatori.