Beffa per gli automobilisti piceni, dal 30 aprile pedaggio sull'Ascoli-mare
autostradaASCOLI 12/1/2011 - Con la promulgazione da parte del Presidente della Repubblica del decreto legge sulla stabilizzazione finanziaria arriva il pedaggio di 1 euro per le auto e 2 euro per i camion sulla superstrada
  
La "stangata" sugli automobilisti piceni ora è realtà. Il presidente della Repubblica Napolitano ha promulgato il decreto legge sulla stabilizzazione finanziaria e rilancio della competitività economica che al suo interno contiene anche le misure riguardanti l'istituzione del pedaggio sulla rete Anas e, quindi, anche sulla superstrada Ascoli-mare. Il pedaggio sulla strada che collega Ascoli a San Benedetto, quindi, presto diventerà realtà. Secondo i primi calcoli effettuato il pedaggio (1 euro per le automobili, 2 per i camion) dovrebbe partire dal prossimo 30 aprile.
"L'Anas - si legge nel decreto del governo promulgato da Napolitano - è autorizzata ad applicare una maggiorazione tariffaria forfettaria di un euro per le classi A e B e di 2 euro per le classi di pedaggio 3,4,5 presso le stazioni di esazione delle autostrade a pedaggio assentite in concessione che interconnettono con le autostrade e i raccordi autostradali in gestione diretta Anas". Non sono servite le sentenze del Tar e del Consiglio di Stato, che avevano annullato l'introduzione dell'odioso pedaggio, la legge 163 ha riconfermato il pedaggio, annullando l'effetto delle precedenti sentenze. Dopo la notizia della promulgazione del decreto da parte del presidente, a Pescara (il pedaggio riguarda anche la Chieti-Pescara) è subito scattata la mobilitazione guidata dalle due Province e dai due principali Comuni, con l'immediata convocazione di tutti i consigli provinciali e comunali, la richiesta di appoggio da parte della Regione e l'annuncio anche di clamorose iniziative di protesta.
La speranza è che la stessa mobilitazione ci sia nel Piceno, anche se i precedenti non lasciano ben sperare, visto che, nonostante i ripetuti appelli di associazioni di consumatori e movimenti politici, nè la Provincia di Ascoli nè i Comuni di Ascoli e San Benedetto avevano allora presentato ricorso contro il provvedimento del governo, escludendo, di fatto, l'Ascoli.mare dagli effetti della sentenza del Consiglio di Stato che aveva dato lo stop all'aumento dei pedaggi solo per i raccordi autostradali che ricadevano in territori i cui enti locali.si erano mossi, presentando ricorso.
Francesco Di Silvestre - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 
Banner
SUMMER_21_x_sito
Banner
Picenamb_luglio_196x196
Banner
Magicar_x_sito_ott20
Banner
S._Stefano_x_sito
Banner
Banner_dott.ssa_Assenti
Banner
RFN_x_sito
Banner
La_Torretta_x_sito_quadrato
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
LAPROVINCIAMARCHE.IT QUOTIDIANO ISCRITTO ALLA SEZIONE STAMPA DEL TRIBUNALE DI AP CON N. 490 - EDITORE: Editrice Programmare Via Padre S. Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - REDAZIONE: Via Padre S.Damiani, 40 - San Benedetto Tr. - Tel. 3804650790 - e-mail: redazione@laprovinciamarche.it - DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI