Salva il suo dipendente praticandogli il massaggio cardiaco, il sindaco: "Orgogliosi di lui per come ha salvato il suo dipendente” Stampa

ambulanza_soccorso_su_persona

ASCOLI 29.5.2020 - Un 46enne dipendente del mobilificio Tomassini di Castignano (AP) è stato salvato dal titolare dell'attività, Marino Tomassini, che gli ha praticato il massaggio cardiaco per circa 20 minuti guidato al telefono da un operatore del 118.

Secondo una prima ricostruzione il dipendente intorno alle 15 di mercoledi mentre stava programando il lavoro insieme aol titolare e ad un'altra dipendente ha accusato improvvisamente un forte malore che lo ha costretto ad accasciarsi sul pavimento perdendo i sensi ed accusando un arresto cardiorespiratorio. Subito il titolare ha telefonato al 118 ed in attesa dell'arrivo dell'ambulanza ha iniziato a praticare il massaggio cardiaco guidato dall'operatore del 118 che ha risposto alla chiamata.

Così il dipendente ha ripreso le funzioni cardiorespiratorie e quando i sanitari del 118 sono giunti sul posto lo hanno trasportato nell'ospedale Mazzoni di Ascoli dove gli è stato indotto il coma farmacologico.

Venuto a conoscenza della vicenda, il sindaco di Castignano ha lodato pubblicamente il titolare del mobilificio Tomassini per la prontezza dimostrata nel soccorrere il suo dipendente che stava rischiando seriamente di morire e che solo grazie alla lucidità ed alla calma dimostrata dallo stesso Tomassini è riuscito a sopravvivere. 

(Enrico Medici- www.laprovinciamarche.it)

REDAZIONE:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

DIRETTORE RESPONSABILE: Silvestro Pompei

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per gli altri articoli di oggi su Laprovinciamarche.it clicca qui:

http://www.laprovinciamarche.it/index.php